ads

Bambini e balbuzie a scuola

 
bambini-e-balbuzie-a-scuola

COS'É LA BALBUZIE

La balbuzie è un disturbo che colpisce moltissimi bambini; è un problema con profondi risvolti e implicazioni psicologiche.
Affrontare questa difficoltà, in maniera responsabile e matura, è compito dei genitori e degli insegnanti in ambiente scolastico.

BAMBINI E BALBUZIE A SCUOLA E IN AMBITO FAMIGLIARE
Questo disturbo insorge solitamente nel momento in cui il bambino prende coscienza del problema e inizia a confrontarsi con l'ambiente scolastico e soprattutto con gli altri bambini.
In questo momento potrebbero insorgere ansia e stress dovuti al fatto di essere magari giudicati dai loro compagni e amichetti; compito fondamentale dell'insegnante è quello di aiutare il bambino balbuziente nel suo percorso di crescita e di superamento del problema.
Un ruolo decisivo però spetta ai genitori, che possono contribuire alla diagnosi del disturbo e alla sua remissione, e anche a capire quando è il caso di rivolgersi ad un esperto.
Innanzitutto è importante non preoccuparsi e allarmarsi, le soluzioni ci sono; quando si nota questo disturbo nel bambino, recarsi dal pediatra per capire qual è la metodologia comportamentale da attuare e se, appunto, è il caso di rivolgersi ad un medico specializzato.
In ambito famigliare si possono comunque adottare dei semplici accorgimenti, per aiutare il piccolo ad affrontare al meglio la situazione.
- utilizzare un linguaggio chiaro e tranquillo, senza ansie o stress,facendo molta attenzione al modo e al tono con cui ci si rivolge al piccolo;
non manifestare disagio o stato di allarme, che il bambino percepirà immediatamente in maniera negativa;
- non aiutare il piccolo a finire le frasi, ma semplicemente ascoltarlo.

Nello stesso modo, è consigliabile questo comportamento in ambito scolastico. Calma e pazienza sono fondamentali nel percorso di crescita, soprattutto in casi di disturbi di questo genere.


 
 
 
 

Guarda anche