ads

Organizzazione di una mamma che lavora

 
organizzazione-di-una-mamma-che-lavora

Sì certo, abbiamo combattuto per la nostra autonomia economica, per raggiungere obiettivi professionali importanti, ma quanto ci costa?
Se sei una mamma che lavora, sai con quanta fatica si cerca di organizzare la giornata, fin dal primo mattino, quando tutti ancora dormono e la tua sveglia già suona, anche se sei stata l'ultima ad andare a dormire.
Quando vorresti azzittire quel suono assordante e fastidioso, e sprofondare di nuovo sotto le coperte: ma non si può!
Da sempre sono le mamme a farsi carico di tutto, ma ormai nei nuclei familiari, dove quasi sempre entrambi i genitori lavorano, c'è bisogno di collaborazione, bisogna trovare nuovi equilibri e devono essere entrambi i genitori ad interessarsi dell'organizzazione familiare e dei figli.
Responsabilizzate anche i figli con delle semplici faccende, tenere in ordine la propria camera e i propri giochi, fateli sentire parte di una squadra.
Bisogna pianificare la settimana, impegni dei figli, dei genitori, spesa, attività sportive, visite mediche ecc., dividersi i compiti in base al tempo libero, organizzare i menù per la settimana in modo da risparmiare tempo in cucina.
Favorite le occasioni giornaliere di condivisione, dedicate all'unione familiare, soprattutto se il lavoro dei genitori occupa gran parte della loro giornata.
Date importanza alla persona che vi sta a fianco, fatelo/a sentire fondamentale, dialogate, scambiatevi opinioni e prendete insieme le decisioni; ricordatevi che la base solida di una pianificazione familiare parte dall'armonia dei genitori.
Con qualche piccolo sacrificio da parte di tutti i componenti, sarà un piacere rientrare a casa ed essere abbracciati dal calore familiare.


 
 
 
 

Guarda anche