ads

Come affrontare la paura del parto

 
La paura del parto è una cosa che imperversa in moltissime donne che arrivano agli ultimi mesi di gravidanza, non perché non desiderino ardentemente generare il proprio bambino ma perché l'atto in se e il dolore che purtroppo genera causano timori naturalmente infondati. La paura del parto si chiama Tocofobia e per superarla occorre, secondo il parere della dottoressa Valentina Pontello, medico ginecologo, l'aiuto di uno specialista. Crescere e far nascere un bimbo che all'inizio è della grandezza di un chicco di riso e poi diviene un essere umano di almeno 2 kg, genera veramente grandi timori che è doveroso affrontare nel giusto modo. La terapia da seguire è di tipo cognitivo-comportamentale quindi implica sia l'affrontare la paura in senso mentale che fisico con i comportamenti appropriati. Le fobie possono infatti portare le persone a comportarsi in maniera bizzarra e a volte pericolosa sia per la propria salute che per gli altri. Per questo motivo non si deve assolutamente prendere alla leggera e si deve affrontare con costanza e ritegno con l'obiettivo di superare la cosa. Parlarne con il ginecologo è quindi un passo importante che deve però essere seguito da una psicoterapia con uno psicologo esperto del caso che è in grado di aiutarvi e quindi di preparare la vostra mente all'evento del parto. Ricordate infine che con le anestesia che si dispongono oggi il parto non è più doloroso e difficoltoso come 20 anni fa, occorre solo un po di volontà e tanta pazienza per mettere alla luce il vostro tesoro più grande.
 
come-affrontare-la-paura-del-parto
 
 
 
 

Guarda anche