ads

Possibili problemi di un parto casalingo

 

Il numero di donne che decide di affrontare il momento del parto non in ospedale, ma all'interno della propria abitazione, risulta essere in aumento. Va però detto che le perplessità in merito a tale scelta sono ancora presenti. Ma il parto in casa è davvero rischioso?

Se la gravidanza è trascorsa senza problematiche diverse da quelle comuni e gli esami hanno sempre dato esito positivo, il parto effettuato tra le mura domestiche non presenta nessun rischio proprio come quello effettuato all'interno di una struttura ospedaliera. Se poi il parto casalingo viene affrontato insieme a infermiere specializzate risulta ancora meno problematico. Tuttavia è giusto che le future mamme sappiano quali sono i rischi a cui possono andare incontro, insieme al bambino, nel caso in cui decidano di non recarsi in ospedale per partorire.

Prima di tutto va tenuto presente che nel caso in cui dovessero concretizzarsi delle complicazioni nel corso di un parto casalingo, non si dispone, anche in presenza di infermieri adibiti a gestire un parto, degli strumenti adatti per far fronte a qualsiasi tipologia di problema, come ad esempio la necessità di effettuare un parto cesareo, che rientra nel novero degli interventi chirurgici e quindi deve svolgersi in ospedale. Altro problema che potrebbe insorgere è quello delle emorragie successive al parto, in presenza delle quali è assolutamente necessario che le ostetriche chiamate ad assistere la partoriente tra le mura casalinghe l'accompagnino presso l'ospedale più vicino.


 
possibili-problemi-di-un-parto-casalingo
 
 
 
 

Guarda anche